Logo Diculther School
senza le utopie di altri tempi, gli uomini vivrebbero ancora nelle spelonche – anatole france


La riflessione innescata con la proposta Safeguarding and enhancing Europe’s intangible cultural heritage, rappresenta anche una rilevante occasione per offrire un contributo all’anno europeo dedicato alla cultura (2018) che, soprattutto in questo momento di crisi, deve diventare il motore trainante di una nuova fase di integrazione e crescita dello spazio europeo.

L’idea inoltre che il significato e valore del patrimonio culturale siano posti in essere attraverso il riconoscimento individuale e di ‘comunità’, per la creazione di un sistema di educazione al patrimonio in grado di coinvolgere una pluralità di soggetti, di tradursi in forme di coinvolgimento per la gestione e la salvaguardia dei luoghi della cultura e nell’acquisizione di nuove e qualificate conoscenze e competenze; nella convinzione del ruolo centrale della cultura, primariamente sotto forma di patrimonio culturale, nelle società contemporanee, in quanto agente interdisciplinare di processi di costruzione identitaria e di cittadinanza attiva europea.

Anche per queste prospettive, la Scuola a rete DiCultHer ha raccolto la sfida di sostenere la proposta presentata dal Sen. Paolo Corsini in Europa, attraverso una consultazione pubblica che parte dal network di Istituzioni che la costituiscono, ma aperta a tutte le Istituzioni culturali italiane che intendono partecipare.