Logo Diculther School
si c’était à refaire, je commencerais par la culture – jean monnet, 1976, memoires


Il confronto è facilitato dal fatto che in Europa, e in Italia in particolare, esistono non solo Università particolarmente attente al fenomeno, ma anche rilevanti Istituzioni di Cultura, Scuole, pubbliche e private che nel loro insieme costituiscono un grande ed originale patrimonio della memoria del paese e dell’Europa, impegnate non solo a conservare e a valorizzare i patrimoni culturali, ma anche a svolgere un ruolo di integrazione dell’offerta formativa universitaria e post-universitaria, nella prospettiva di contribuire alla formazione delle competenze necessarie per il Digital Cultural Heritage.

Istituzioni culturali che in Italia da tempo hanno orientato le riflessioni verso usi innovativi delle risorse digitali nella consapevolezza che la digitalizzazione costituisce un’opportunità senza precedenti per far conoscere il proprio patrimonio, trasmetterlo, conservarlo per poterlo valorizzare utilizzandolo in forme innovative e creative.

Una occasione rilevante per le Università, le Scuole, i Centri di Ricerca, le Istituzioni di Alta Formazione e di cultura italiane per partecipare a pieno titolo alla riflessione e un confronto nazionale ed europeo per evidenziare buone prassi, e per porre la Cultura al centro della riflessione e del confronto finalizzati alla costruzione di quello Spazio Europeo della Cultura da tutti auspicato, per una Europa protagonista della Conoscenza, dell’Innovazione e della Cultura nel mondo.